Il futuro del non profitForse il mercato americano non è un predecessore di quello italiano, ma se così fosse preparatevi: nel futuro le donazioni si faranno via cellulare dal posto di lavoro.

La ricerca “the next generation of American giving” di Black Baud spiega che i giovanissimi sono interessati a donare soprattutto via smartphone, ma che anche i non più giovani (escluso gli anziani) sono attratti dalla potenzialità dei nuovi cellulari, e che gran parte dei donatori si interessa alle attività delle onlus quando è a lavoro.

Poiché il terzo settore non è una realtà staccata dal mondo intero, quello che succederà alle onlus, succederà a tutte le aziende

Date un’occhiata alla splendida infografica

 

Piccoli spunti:
1) bisogna pensare a metodi di donazione / acquisto / navigazione mobile-friendly. Innanzitutto, siti fatti apposta per i cellulari e applicazioni per gli smartphone
2) per una onlus, gli orari di ufficio sono buoni per comunicare via internet


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *